Uno dei più interessanti eventi dell’anno in Italia? Il Pistoia Blues Festival 2014!

Dal 10 al 17 Luglio lo storico festival italiano (uno dei pochi a non aver visto interruzioni in più di 30 anni di musica) ospiterà alcune band straordinarie.

Reykjavik Boulevard vuole premiare i lettori della Creative Guide for Curious People con un GIVE-AWAY di 2 BIGLIETTI GRATUITI della serata conclusiva del Festival che ospiterà il concerto degli Arctic Monkeys!

Arctic Monkeys

Come fare per partecipare ed avere anche un premio sicuro?

1. Acquista una Guida cartacea* nel nostro E-commerce ufficiale (clicca qui per farlo)

2. Commenta il post dedicato al GIVE-AWAY dicendoci qual è l’artista che preferisci presente sul nostro sito e perché! (commenta qui)

3. Il commento con più “like” vince due ingressi gratuiti per gli Arctic Monkeys al Pistoia Blues Festival!

*L’acquisto raddoppia i tuoi like ottenuti con il commento!

Suntur

Se non dovessi vincere i biglietti, avrai comunque contenuti esclusivi, opere d’arte, storie interessanti e un confronto culturale a portata di mano grazie al nostro libro di ispirazione visiva!

Perché non si possono perdere gli Arctic Monkeys quest’anno?

Gli Arctic Monkeys sono uno dei gruppi dell’anno, e arriveranno in Italia dopo un tour che li vedrà protagonisti anche in America. Il gruppo alternative rock/indie rock, nato grazie a 4 amici di Sheffield (Alex Turner, Jamie Cook, Nick O’Malley, e Matt Helders) conquista subito il successo con la prima raccolta di brani “Beneath the Boardwalk” nel 2003. Nel 2006, esce il loro primo album “Whatever people say I’m, that’s what I’m not”, che vende 363mila copie nella prima settimana (un record assoluto in UK per un album di debutto) portando la band a trionfare ai Mercury Prize Awards, Brit Awards e alla nomination per i Grammy Awards. Cominciano a calcare i palcoscenici inglesi ed americani con grande successo e sicurezza nonostante la giovanissima età. Album dopo album arrivano oggi al loro quinto successo, “AM” uscito a settembre 2013, uno degli album migliori della band che ha ottenuto un enorme successo tra il pubblico ed è stato acclamato dalla critica. 12 canzoni che rappresentano una maturazione innegabile nel sound e portano la band verso la consacrazione definitiva con l’”AM Tour” (più di 100 concerti in Europa, America, Australia e Nuova Zelanda): quella di Pistoia è una delle sole due date italiane. Imperdibile.

Cosa rende il Pistoia Blues un esempio virtuoso nel panorama dei Festival italiani?

Il “Blues”, come lo chiamano gli abitanti della cittadina Toscana, si tiene ormai da anni nella medievale Piazza del Duomo di Pistoia, una piazza del tutto diversa a livello architettonico rispetto alle altre bellezze italiane (con un battistero defilato e un ampio spazio in fronte alla facciata del Duomo): un luogo perfetto per assistere ad un concerto. Il festival – che ha origine negli anni ’80 e che edizione dopo edizione ha virato più sul genere Rock offrendo sempre line-up eccezionali – ospita anche performance artistiche, mostre, installazioni, workshop e spettacoli nella varie location in giro per la città. Un evento unico in Italia che non a caso registra quasi ogni anno il tutto esaurito richiamando spettatori anche da altri Paesi. Ma è l’atmosfera offerta dal festival che rappresenta il vero punto di forza di questo evento: le vie della città si riempiono di giovani, mercatini, ottimo cibo e vino a volontà, rendendo i giorni del “Blues” un momento atteso tutto l’anno e un’occasione di festa che quest’estate vedrà tra i protagonisti anche: Robert Plant, Morcheeba, Jack Johnson e The Lumineers (scoprite tutte le date sul sito ufficiale).

fotopiazzaduomo

Vi servono ancora buoni motivi per visitare Pistoia?

La stagione ideale per visitare Pistoia è proprio l’estate. Questa piccola città si trova in Toscana tra Firenze e Lucca. Ecco cosa vi offre oltre al “Pistoia Blues Festival”:

  1. LA CITTA’: il centro storico è chiuso al traffico e potete quindi facilmente visitarlo a piedi: offre numerose piazze da visitare (oltre a Piazza del Duomo vi consigliamo anche Piazza della Sala dove potrete trovare anche gran parte dei locali); moltissimi i monumenti da scoprire (come il Duomo di San Zeno e il Battistero di San Giovanni in Corte) e per i più curiosi anche un percorso inusuale e affascinante nella “Pistoia Sotterannea” (i biglietti si possono acquistare all’interno dell’Antico Ospedale del Ceppo); e poi mercatini, bar ed enoteche vanno a braccetto con i numerosi musei (Marino Marini, Museo di Palazzo Rospigliosi, Museo Civico) che rendono Pistoia una meta forse troppo sottovalutata sulla via tra Firenze e Pisa.
  2. LE MURA: Pistoia è cinta dai resti di ben 3 cinte murarie che la separavano dalla campagna circostante. Rappresentano il processo di crescita e di sviluppo della piccola città e potrebbe essere molto interessante farsi guidare alla scoperta dai resti delle varie cinte murarie con una passeggiata tra le mura.
  3. LE TERME: nella provincia di Pistoia (in particolare nei comuni di Montecatini e Monsummano) sono presenti numerosi centri termali, l’ideale per un po’ di relax dopo qualche concerto.
  4. LA GIOSTRA DELL’ORSO: questa manifestazione è un’edizione moderna dell’antico palio ed ha luogo il 25 Luglio – giorno del patrono della città (San Jacopo) – in Piazza del Duomo. E’ una manifestazione equestre che vede divisi i cavalieri in base ai rioni cittadini cercare di colpire con una lancia un bersaglio a forma di orso.
  5. GLI APPENNINI: nelle colline intorno a Pistoia sono presenti numerosi borghi medievali dove poter visitare edifici storici e mangiare qualcosa di tipico della zona, nonché numerosi trekking sul monte dell’Abetone.

Testo di Teresa Vitartali // Grazie a Giovanni Tafuro @Ass. Cult. Blues In // Scadenza Give-Away: 10/04/2014